Del tuo Esistere Incerto e Indefinibile

Creato e interpretato da

Francesco Bocchi, Laura Bruni, Esther Grigoli, Amalia Ruocco, Elisa Vignolo

Ideazione, regia e coreografia

Amalia Ruocco

Occhio esterno

Federico Faggioni

Costumi e oggetti

Amalia Ruocco, Elisa Vignolo, Daniele De Blasis Collaborazione alle musiche

Enrico Pasini

Collaborazione alla tecnica

Alessio Boni

Foto di

Pierangela Flisi e Claudio Montanari

con il sostegno del Nuovo Teatro San Prospero di Reggio Emilia.

Spettacolo Vincitore Premio Endas “Teatro... Voce della società giovanile” 2019 VII edizione

Il lavoro parte dalla lettura del testo “Il codice di Perelà” di Aldo Palazzeschi, il cui protagonista è un uomo di fumo. Proprio tale particolarità catalizza su di lui l’attenzione della comunità, Perelà diventa così vittima involontaria di una ingiustificata ascesa fra la gente, che termina, in maniera altrettanto ingiustificata, in un processo e una condanna.
Sembra piuttosto complesso riassumere cosa ogni singolo essere umano rappresenti, per sé stesso e per gli altri; nella sua unicità, infatti, il nostro esistere appare incerto e indefinibile. La solitudine dell’individuo è talvolta insopportabile, a tal punto da spingere il singolo a cercare riparo nella comunità: mi circondo di altri, simili a me, in cui riconoscermi, definisco i confini di cosa sono - o non sono - in relazione all’altro. Ma cosa accade se all’interno di questa comunità si introduce qualcosa, o qualcuno, che sia diverso? Ecco che quei contorni, disegnati con tanta fatica, scricchiolano e si sgretolano  a seguito dell’incontro… se di incontro si tratta. Perché potrebbe trattarsi anche di uno scontro.

 
“Del tuo esistere incerto e indfinibile”  apre le porte verso questa indagine, è una performance dinamica e visionaria scandita dalla potenza visiva delle immagini. I corpi scolpiscono realtà extraquotidiane nelle quali  lo spettatore non trova confortanti soluzioni, ma piuttosto perde certezze, lasciando spazio ad un sano stato di dubbio.

Di questo spettacolo esiste anche una versione realizzabile all'aperto dal titolo "Cabaret di Fumo".